Notizie dal mercato italiano: nasce il Centro di Studi e Ricerche sul Cyber Crime

Lug 26, 2015
 

 

di Valentina Re Sartò, Analyst di NetConsuting cube

 

La sicurezza informatica è oggi un problema che tocca non solo le aziende private, ma anche il Sistema Pubblico e, soprattutto, i cittadini che sempre più frequentemente condividono in rete dati personali con siti di eCommerce, istituzioni finanziarie, aziende sanitarie ed enti pubblici.

In risposta alle crescenti esigenze di protezione dei dati scambiati online, l’Italia si è già dotata di una governance sulla sicurezza informatica a partire dal 2013 quando è stato definito un quadro nazionale per la cybersecurity ed è stato costituito il primo Computer emergency team nazionale (Cert) che riveste una funzione di coordinamento rispetto alle altre strutture che sovrintendono alla sicurezza informatica dei vari settori.

A rafforzare l’impegno già in atto nel nostro Paese nella lotta al Cyber Crime, è nato nel mese di luglio 2015 il Centro di Studi e Ricerche sul Cyber Crime (CRCC) dalla collaborazione tra il dipartimento della Pubblica Sicurezza e un gruppo di esperti del mondo accademico e della ricerca nazionale (CNR, Università di Roma – La Sapienza, Milano – Statale, Torino – Politecnico, Trento e Modena – Reggio Emilia).

Il Centro si pone l’obiettivo di promuovere, in primo luogo, attività di formazione e specializzazione del personale della Polizia di Stato, in particolare la Polizia Postale e delle Comunicazioni impegnata in prima linea nella prevenzione e nel contrasto dei crimini informatici; in secondo luogo il Centro si propone di dare impulso alla ricerca di nuovi strumenti e soluzioni ICT per contrastare il Cyber Crime. Il CRCC costituisce un ulteriore passo e un nuovo punto di riferimento in Italia nella lotta al crimine informatico.

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Comments are closed.