Infografica – L’evoluzione dell’ecosistema delle Startup in Italia

Lug 26, 2016
 

di Michela Aliazzo, Analyst di NetConsulting cube

 

 

Figura 1: Target dimensionale aziende clienti (2013 vs 2016)

La figura 1 mostra come negli anni il target di riferimento della domanda di una Startup si sia spostato da realtà di piccole dimensioni verso aziende corporate di dimensioni medio-grandi. Oltre l’85% del campione analizzato dichiara di lavorare oggi con aziende dalle dimensioni più rilevanti rispetto al 2013, quando il principale mercato di una Startup era costituito da piccole aziende.

Altro dato interessante che emerge dalla web survey è una maggiore predisposizione anche del comparto pubblico nei confronti delle realtà innovative: il 75% del panel sondato ha oggi all’attivo contratti di fornitura con Enti pubblici.

Figura 2. Come è cambiato negli ultimi 3 anni l’atteggiamento delle aziende utenti di tecnologia nei confronti della Startup 

A riprova del crescente interesse mostrato dal mercato nei confronti delle aziende innovative di recente costituzione, dalla survey emerge come l’80% delle Startup intervistate rilevi una maggiore predisposizione delle aziende della domanda nell’approfondire la conoscenza di questo comparto innovativo di offerta. Nello specifico il 50% rileva un maggiore interesse e avvicinamento lato domanda al loro offering, mentre il 30% percepisce maggiore proattività nell’incontrare e individuare nell’innovazione offerta dalla Startup la risoluzione alle relative esigenze di business. Tuttavia esiste ancora una parte di domanda che guarda con diffidenza questo mondo.

Figura 3. Soggetti esterni alla Startup che ne hanno facilitato lo sviluppo 

Spesso le Startup si avvalgono delle competenze di soggetti terzi per sviluppare il proprio business.

Si rileva un maggior ricorso ai servizi offerti da Acceleratori, Business Angel e Fondi di Investimento (oltre il 30% del campione cerca il sostegno da parte di questi attori) rispetto a Incubatori / Parchi tecnologici, Vetrine specializzate e Società di consulenza.

Figura 4. Benefici registrati e ascrivibili al supporto ricevuto

Diversi sono i benefici raggiunti dalle Startup derivanti dal supporto ricevuto dalle varie tipologie di player.

Se da un lato gli Acceleratori e i Business Angel sono individuati come dei soggetti che supportano la Startup negli ambiti più commerciali di relazioni con la potenziale clientela (50% del campione) nonché nell’incremento della notorietà sul mercato (40%), i benefici derivanti dal supporto ricevuto da Fondi di Venture Capital sono strettamente correlati al miglioramento della vision strategica dell’azienda (oltre il 30%).

Incubatori, vetrine specializzate e società di consulenza esterne offrono supporto in termini di apertura dell’ecosistema di partner a player dall’offerta complementare (25%).

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Comments are closed.