Bitcoin: in Italia si può comprare casa

Apr 10, 2017
 

L’Italia è il primo paese che consente di gestire le compravendite immobiliari con Bitcoin. Questa settimana parleremo inoltre di stampa 3D, intelligenza artificiale e SpaceX.

Comprare casa con Bitcoin

“In Italia, la casa si può acquistare in bitcoin. Si tratta di un primato mondiale, senza precedenti, messo a segno dal Gruppo Barletta, una società del mercato immobiliare che permetterà di pagare con la moneta virtuale i 123 appartamenti di un edificio riqualificato nel quartiere San Lorenzo a Roma. L’operazione si è potuta effettuare in virtù di una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate del settembre scorso, che ha di fatto riconosciuto i bitcoin come una valuta straniera, rendendo quindi possibile usarla in un atto notarile.”

Continua a leggere…

 

Stampa 3D e maglioni della nonna

“Se si vuole, per esempio, stampare una sciarpa? Nessun problema, perché la stampa 3D ora può fare anche questo con Kniterate, una macchina in grado di lavorare a maglia i design progettati al PC utilizzando vari tessuti. Basta caricare il progetto e premere un pulsante, al resto ci pensa il dispositivo. Dalle sciarpe alle cravatte, passando per vestiti o maglioni: Kniterate può fare tutto velocemente. Altro che le nostre nonne.”

Continua a leggere…

 

Intelligenza artificiale e buon senso

“Il machine learning prende una serie di esempi, conta i pixels, ne coglie i pattern (ossia gli schemi) e li utilizza per fare previsioni. Se impara che la foto di un cane è fatta in un certo modo imparerà a distinguerla da quella di un gatto. La sfida vera ora è quella di dotare la macchina di maggiore buon senso. Se un una foto cambia leggermente, la macchina non deve cambiare completamente idea. Una immagine di un cane con un cappello da cowboy resta una immagine di un cane. Buon senso, quindi.”

Continua a leggere…

 

Razzo riciclato con SpaceX

“Dopo più di due anni di atterraggi poco dopo il lancio dei suoi razzi, la SpaceX ha inviato nello spazio uno dei suoi 9 Falcon. Il razzo è decollato da Cape Canaveral, in Florida. Si tratta dell’invio in orbita di un satellite di comunicazioni che è poi atterrato su una delle navi drone di SpaceX che operano nell’oceano Atlantico.

Il CEO di SpaceX, Elon Musk, è apparso in diretta streaming poco dopo l’atterraggio e ha parlato di questo traguardo: “Quanto è accaduto oggi significa che è possibile far volare e rivolare un ripetitore orbitale, che rappresenta la parte più costosa di un razzo. Quello che è avvenuto oggi comporterà un’enorme rivoluzione nel volo spaziale”.

Continua a leggere…

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Comments are closed.